“Vieni, amore…”. Prende in braccio la sua piccola figlia di 14 mesi, la stringe, la bacia, poi la follia: apre il forno bollente e ce la infila dentro. Ma questa storia è ancora più scioccante

La storia è quella di Ashley Smith, giovane 14enne dell’Alabama. La madre quando aveva appena 14 mesi, l’aveva letteralmente rinchiusa nel forno: la piccola aveva riportato ustioni gravissime di terzo grado su gran parte del corpo e aveva lottato tra la vita e la morte per mesi.

A salvarla per sua fortuna era arrivato il padre, che accortosi del fotte atto della moglie, aveva salvato la piccola Ashley da morte certa. La madre era stata arrestata, e la piccola di soli 14 mesi era stata affidata alla zia paterna con cui continua a vivere ancora oggi. La donna che si era subito dichiarata colpevole ed era stata condannata dal giudice a una pena di 25 anni. Melissa Wright, questo il nome della donna, dopo 14 anni passati dietro le sbarre ha chiesto la scarcerazione, dicendosi completamente pentita del tentato omicidio della figlia. Ashley è stata allora convocata davanti il giudice e la sua testimonianza è pesata sulla decisione del giudice: la ragazza ha chiesto ufficialmente al giudice di non far uscire dal carcere la madre.

schermata-2016-12-12-alle-18-12-11

Leave a Reply

*